Visualizzazioni totali

domenica 2 aprile 2017

Aumento Di Prestazioni In F1: Caratteristiche Monoposto (2017)

Formula 1 dell'annata 2017, grazie ad alcune modifiche del regolamento quindi delle vetture, permetterà un aumento delle prestazioni quindi maggiori velocità (anche in curva).
Pneumatici più grandi e vetture più larghe sono le principali novità.
Altri parametri da prendere in considerazione sono: motore più potente, aumento del carico aerodinamico, grip meccanico per quanto riguarda le gomme, baricentro della vettura, resistenza aerodinamica, distribuzione dei pesi, impianto frenante e deflettori maggioranti di fronte alle pance (generalmente più larghe).
Tutto ciò si tradurrà in giri di diversi secondi più veloci.


CARREGGIATA, PNEUMATICI ED IMPIANTO FRENANTE
La carreggiata più larga (da 1800 a 2000 mm) permette di aumentare l'aderenza, limitando problemi in curva.
Per ridurre il sottosterzo e aumentare la trazione si è scelto pneumatici più larghi, aumentando per altro la stabilità in frenata.
Le frenate sono più brevi quindi la capacità del propulsore di rigenerare energia elettrica si riduce.
Gomme (Pirelli) più alte e larghe però hanno diminuito la penetrazione, riducendo la velocità di circa 15 km/h.
Le mescole delle gomme saranno di nuova generazione: avremo per le Slick, le canoniche Hard, Medium, Soft, Supersoft, Ultrasoft.
Le gomme da asciutto saranno comunque soggette ad un minor degrado quindi a meno pit stop.
Le intermedie hanno una maggiore durata


CARICO E PESO DELLE AUTO
L'aumento di carico e del peso delle auto (di circa 30 kg) hanno però provocato complessivamente maggiori accelerazioni longitudinali (circa 1g) e laterali in curva.
Il peso in sè ha ridotto le prestazioni di circa 1 secondo a giro.


POWER UNIT, DEFLETTORI E RADIATORI
E' stata modificata anche la Power Unit: aumento di 5 kg di carburante utilizzabile in gara (da 100 a 105 kg), essendo aumentata la % di tempo in cui il motore sarà a pieno carico.
Riguardo i deflettori sarà possibile usare pance tradizionali con bocche di raffreddamento dei radiatori simili alla passata stagione oppure usare una sorta di vela spostando l'imbocco delle pance verso l'alto.
Il motore girando a pieno regime per più tempo, genera maggiore potenza termica da dissipare ma appunto vetture più larghe permettono l'utilizzo di radiatori più grossi.
I carichi enormi saranno passati dalle levi delle sospensioni alla scocca.


PUSHROAD, SOSPENSIONI ED ALI
Il pushroad anteriore è stato alzato per ridurre i carichi, idem il triangolo superiore della sospensione anteriore.
Stesso discorso per la sospensione posteriore con un arretramento del punto interno del pull-rod (per avere un tirante corto ed inclinato che serve a ridurre i carichi)
Riguardo l'ala posteriore: livelli di carico e resistenza saranno in funzione del tipo di tracciato.
Inoltre di fronte all'ala posteriore, sono state re-introdotte le pinne per aumentare la stabilità della vettura in curva.
L'ala anteriore sarà a V e più larga rispetto al passato.

Nessun commento:

Posta un commento