Visualizzazioni totali

mercoledì 26 marzo 2014

Spiegazione Delle Statistiche Del Baseball MLB (Sabermetrica ed Altro)

Per le regole e la spiegazione del gioco andate qui: Regole Del Baseball
Qui di seguito tutte le statistiche del Baseball Americano:


BATTING:

1B
Singoli.
Il numero di singoli battuti o concessi.
Anche calcolato con H-2B-3B-HR.
Attribuito quando il battitore arriva salvo in prima base come conseguenza diretta della sua valida.

2B
Doppi.
Il numero di doppi battuti o concessi.
Attribuito quando il battitore arriva salvo in seconda base come conseguenza della sua valida.

3B
Tripli.
Il numero di tripli battuti o concessi.
Attribuito quando il battitore arriva salvo in terza base come conseguenza della sua valida.

A (Assist).
E' assegnato ad un difensore quando tira (o devia) la palla ad un compagno nell’atto di fare una giocata che porta all’eliminazione di uno o più corridori.

AB
Il numero di turni di battuta(tranne se: il battitore ottiene una base su ball, viene colpito, effettua una battuta di sacrificio o arriva in base su interferenza o ostruzione difensiva)

AVG o BA (Batting Average=Media Battuta)
Da anni è trattata come la singola statistica per vedere le qualità offensive di un giocatore ed è data semplicemente dal rapporto tra le battute valide (h) e i turni alla battuta (AB) quindi AVG = H/AB
La media battuta effettivamente non può descrivere l’abilità offensiva di un singolo giocatore, dato che non distingue la qualità delle valide.
Questa scarsa rilevanza della AVG nel descrivere la produzione offensiva di un giocatore o di una squadra può anche essere rimarcata dalla scarsa correlazione che c’è fra AVG e punti segnati, dove se la AVG descrivesse l’abilità e la qualità offensiva di una squadra, dovrebbe avere una buona correlazione coi punti realizzati, ma questo non accade.

BABIP (Batting Average On Balls In Play)
E’ la media battuta sulle palle in gioco ed esclude dunque BB, K e HR.
E’ pesantemente influenzata dal comportamento dei difensori e dai park factors(cioè dalla predisposizione di un certo ballpark ad essere "hitter friendly" tipo Coors Field o amico dei pitchers tipo Petco Park), ed è molto variabile nel breve termine o nelle singole stagioni per fattori indipendenti dall’abilità di un lanciatore o di un battitore.
Si calcola con la seguente formula: (H-HR)/(AB-(K+HR)+SF).
Una volta che la palla viene messa in gioco, lanciatore e battitore non possono controllare ciò che farà la difesa: le loro abilità si limitano appunto a far mettere o meno un certo tipo di palla in gioco.

BB (Bases On Balls)
Indica il numero di walks, o basi su ball, guadagnate (dai battitori) o concesse (dai lanciatori).

BB% (Bases On Balls Per Plate Appearance)
La percentuale di PA che finisce in una BB, calcolata con BB/PA.

BB/9 (Bases On Balls Per Nine Innings)
La formula è (BB/IP)*9, o meglio ancora (BB/out effettuati)*27.
E’ il numero pro-rateizzato di basi su ball che un lanciatore concederebbe ogni 9 IP lanciati.

BS (Blown Saves)
Le volte in cui un rilievo entra in campo in una situazione di salvezza(3 Run o meno), senza riuscire a mantenere la propria squadra in vantaggio mentre è sul monte.

BSR (Base Running)
Statistica che converte in Runs l’apporto offensivo di un corridore sulle basi, considerando solo gli avanzamenti e non SB(basi rubate) o CS(eliminato nel tentativo di rubare la base).

CG (Complete Games)
Il numero di volte in cui un pitcher è l’unico della propria squadra a lanciare nel corso di un intero incontro.
Possono esistere complete games da 8 IP (qualora il lanciatore perda la partita, giocando fuori casa, visto che non si disputa la parte bassa del nono) o anche meno, in caso di interruzione per pioggia.

CS (Caught Stealing)
Indica il numero di volte in cui il giocatore è stato eliminato nell’atto di rubare una base.

DER (Defensive Efficiency Rating)
Misura l’efficienza di una difesa nel trasformare le palle messe in gioco in out (tranne gli HR, che naturalmente escono direttamente dal campo).
Vale la formula: 1- ((H+ROE-HR)/(PA-HR-BB-HBP-SO)), ma è approssimata in maniera decente da 1-BABIP.

DRS (Defensive Runs Saved)
Esprime in Runs il valore difensivo di un giocatore in base alle giocate effettuate ed alla qualità delle palle su cui deve effettuare la difesa.

E (Errors)
Il numero di errori difensivi commessi da un giocatore.
Un errore è considerato tale quando, in situazione di sforzo ordinario, il difensore permette al battitore di arrivare salvo in base, o di avanzare di più basi rispetto a quante ne avrebbe guadagnate senza la sua giocata. A giudicare lo sforzo ordinario è il classificatore.
Non viene considerata errore la situazione in cui un difensore riesca a porre rimedio.
Ad esempio, se il battitore battesse una linea verso il seconda base e quest’ultimo facesse cadere la palla, riuscendo comunque ad assistere in prima eliminando il corridore, l’errore non verrebbe classificato, perché per definizione il battitore deve riuscire a trarne vantaggio.

EQBRR (Equivalent Base Running Runs)
Il valore, espresso in termini di Runs, dell’apporto sulle basi di un corridore, per Baseball Prospectus. Include gli avanzamenti da base a base ed anche SB e CS.

ER (Earned Runs)
I punti guadagnati contro un determinato lanciatore, per sua responsabilità e senza che intervengano errori della difesa.
Qualora un lanciatore esca dalla partita con dei corridori in base, la responsabilità di quei corridori è sua, e l’ER verrebbe addebitato a lui qualora essi segnassero.

ERA (Earned Run Average)
La media di punti guadagnati concessi dal lanciatore nell’arco di 9 innings. Serve a calcolare i punti che verrebbero guadagnati contro quel lanciatore qualora rimanesse sul monte per 9 IP. Si calcola prendendo i punti guadagnati, dividendoli per il numero di out effettuati (tenendo in mente che ci sono 3 out per IP), e moltiplicandoli per 27.
La formula è: (ER/(out effettuati))*27 o più convenzionalmente ER/IP*9.

ERA+ (Adjusted ERA)
Si tratta di una metodologia per paragonare le prestazioni di lanciatori di diverse epoche ed in diversi contesti, come campi più o meno favorevoli ai lanciatori.
La media di un pitcher è 100 ERA+, mentre 110 vuol dire 10% migliore della media, o 85 vuol dire 15% peggiore.

FB (Flyballs)
Le palle battute per aria da un giocatore (o indotte, se si parla di un pitcher) sull’esterno.

FIP (Fielding Independent Pitching)
Essa si rivolge interamente alle statistiche non controllabili dalla difesa (quindi esclude le palle in gioco). Utilizzando solo K, BB e HR stima la futura ERA di un lanciatore con maggiore efficacia dell’ERA stessa dell’anno passato (o degli anni passati), e grazie all’aggiunta della costante X, di solito attorno a 3.20, è posta sulla stessa scala dell’ERA per maggiore comprensione.
La formula è: (13*HR+3*(BB+HBP)-2*SO)/IP + X.

FIP- (Adjusted Fielding Independent Pitching)
Analogamente ad ERA+ ed OPS+ è la FIP adeguata ai park factors e centrata a 100(punto di riferimento come sempre).
La differenza è che una FIP- più bassa è migliore: 80 vuol dire 20% migliore della media, mentre 104 è 4% peggiore.

FLD% (Fielding Percentage)
Si calcola con (PO+A)/(PO+A+E).
E’ una statistica obsoleta per valutare la qualità dei difensori.

FRA (Fair Run Average)
Statistica che mostra la RA che un pitcher concederebbe normalizzando i linear weights di ogni evento secondo l’influsso della difesa (misurata attraverso la FRAA).

FRAA (Fielding Runs Above Aboverage)
Statistica per valutare l’efficienza difensiva di un giocatore rispetto alla media del suo ruolo.
Calcola quanti punti faccia risparmiare alla propria squadra la qualità difensiva di un giocatore.

FSR (Fans’ Scouting Report)
Annualmente Tom Tango chiede ai tifosi delle varie squadre di redigere scouting reports difensivi sui giocatori delle proprie squadre.
In base a quegli scouting reports, converte i risultati in runs.

GB (Groundballs)
Le palle battute per terra da un giocatore (o indotte, se si parla di un pitcher).

GB/FB (Groundball To Flyball Ratio)
Per i pitchers, indica la proporzione di eliminazioni ottenute tra groundballs e flyballs.

GS (Games Started)
Indica il numero di partite in cui un lanciatore è entrato in campo da partente.

H (Hits)
Le battute valide prodotte o concesse.

H/9 (Hits Per Game)
E’ il numero di battute valide concesse dal lanciatore in media nell’arco di 9 IP.
Si calcola in maniera simile all’ERA, con la formula: (H/IP)*9.

HBP (Hit By Pitch).
Indica il numero di volte in cui un battitore è stato colpito.

HLD (Hold)
Una Hold viene accreditata ad un lanciatore di rilievo qualora quest’ultimo entri in campo in una situazione di salvezza ma senza successivamente concludere la partita e venendo dunque a sua volta sostituito senza permettere agli avversari di pareggiare mentre è sul monte.

HR (Home Runs)
Indica il numero di fuoricampo battuti (o concessi, nel caso di un lanciatore).
Si contano anche i fuoricampo interni, in cui la palla non esce, ma il battitore riesce ad effettuare il giro delle basi come conseguenza della propria battuta.

HR/FB (Home Runs Per Flyball)
La proporzione di fuoricampo battuti rispetto alle flyball battute sugli esterni.

IBB (Intentional Base On Balls)
Indica il numero di basi intenzionali concesse o ottenute.

IFF (Infield Flyballs)
Chiamati anche popups.
Sono flyballs che però cadono all’interno del diamante (o comunque in una zona controllata dagli interni).

IP (Innings Pitched)
Il numero di innings lanciati da un pitcher.

ISO (Isolated Power)
Misura la potenza pura di un battitore.
Si calcola con SLG-BA.

L (Losses)
Il numero di sconfitte di un lanciatore.
Ad un lanciatore viene accreditata una sconfitta (loss) quando il punto dello svantaggio definitivo della propria squadra è a suo carico.

LD (Line Drives)
Il numero di linee battute da un giocatore.

LD% (Line Drive Percentage)
La percentuale di linee battute da un giocatore, rispetto alle palle messe in gioco.

LI (Leverage Index)
Indice che misura quanto delicato sia il momento della partita.
1.00 indica un momento medio o neutro, mentre il 60% delle situazioni è inferiore ad 1 ed il 10% è superiore a 2.00.

LOB (Left On Base)
Il numero di corridori che al termine del turno di battuta (per i singoli battitori) o dell’inning (per i lanciatori e per le squadre) rimangono in base.

LOB% (Left On Base Percentage)
La percentuale di corridori messi in base da un pitcher che rimangono in base a fine inning.

OBP (On Base Percentage)
Indica la percentuale di volte in cui il battitore riesce ad arrivare salvo in base a seguito di un’apparizione al piatto.
Si calcola utilizzando la seguente formula: (H+BB+HBP)/(AB+BB+HBP+SF).

OPS (On Base Plus Slugging)
Si ottiene sommando OBP e SLG.
Combina le due abilità più importanti del baseball: non farsi eliminare e battere con potenza.

OPS+ (Adjusted OPS)
Serve a paragonare l’OPS dei giocatori in campi ed epoche diverse per rendersi conto dell’effettiva produttività in ambienti offensivamente differenti.
Un hitter medio per la lega avrà 100 OPS+, mentre 110 vuol dire 10% migliore della media, o 85 vuol dire 15% peggiore.

P/IP (Pitches per Inning)
La media dei lanci effettuati per inning.
Si calcola dividendo i lanci per il numero di IP, con P/IP.

PA (Plate Appearances)
Indica il numero di apparizioni al piatto, ossia tutte le volte che un giocatore va nel box di battuta.

PB (Passed Balls)
Sono le palle perse dal ricevitore, su un lancio del pitcher, che permettono ad un corridore di avanzare di una o più basi, o al battitore, nel caso di un terzo strike sfuggito, di arrivare salvo in prima base.
Perché venga addebitata una PB, è necessario che non sia stato addebitato un WP al lanciatore.

PF (Park Factors)
Sono i fattori che a seconda del campo e delle epoche cambiano la definizione dell’ambiente offensivo e sono fondamentali per comprendere il reale valore delle prestazioni di lanciatori e battitori.

PMR (Probabilistic Method Of Range)
Metodologia per valutare la difesa di un giocatore ed esprimerne il valore in Runs, basandosi sulla probabilità che ogni palla battuta possa essere trasformata in out (o di diventare valida).

PO (Putouts)
Le eliminazioni dirette effettuate da un difensore.
Possono includere le prese al volo o la ricezione di un assist (quindi un ricevitore ottiene un PO per uno strikeout ad esempio) e viene attribuito anche ai difensori che effettuano un tag.
Non include gli assist effettuati.

QS (Quality Starts)
Un QS viene accreditato ad un lanciatore partente qualora lanci per almeno 6 IP e conceda al massimo 3 ER.

R (Runs)
Indica i punti segnati da ogni giocatore.
E’ la statistica più importante a livello di squadra ma è anche molto poco indicativa delle abilità di un singolo giocatore perché influenzata in maniera drastica dai suoi compagni.

RA (Run Average)
Calcolata come l’ERA, ma usando sia ER che UR, prendendo in considerazione dunque tutti i punti addebitati ad un lanciatore.

RBI (Runs Batted In)
Indica i punti segnati (battuti a casa) come conseguenza diretta del turno di battuta del giocatore.

RC (Runs Created)
Formula creata dallo studioso Bill James per determinare l’importanza di ogni singolo giocatore nel sistema di una squadra, stimando quanti punti il giocatore stesso contribuisca a creare.
La formula utilizzata attualmente è di una complessità estrema ed include coefficienti stabiliti sperimentalmente e il fattore delle basi rubate, ma una buona approssimazione è fornita dalla formula originale, ovvero:
((H+BB )*TB )/(AB+BB).
Per chi fosse interessato la formula attualmente utilizzata è:
((H+BB+HBP-GIDP-CS)+(TB+((BB + HBP – IBB ) * 0.24)+ (SB*0.62) + ((SH+SF)*0.05)-(SO*0.03)) / (AB+BB+HBP+SH+SF).

RC/9 (Runs Batted In Per 9 Innings)
Calcola in media quanti punti, secondo la formula RC, un giocatore crei durante una partita.

RE24
Una metrica basata sui Linear Weights che attribuisce ad ogni evento i punti specifici che contribuisce a creare tramite la Run Expectancy ed i 24 possibili stati di copertura delle basi e degli out.

RF (Range Factor)
Statistica ormai obsoleta e con difetti acclarati e comprovati, sebbene ai suoi tempi abbia avuto notevoli meriti.
Si calcola sommando le occasioni difensive di un giocatore, dividendole per gli innings giocati e moltiplicando il totale per 9, con formula: ((A+PO)/IP)*9.

RISP (Runners in Scoring Position)
Indica le medie offensive ottenute (dai battitori) o concesse (dai lanciatori) in situazione di corridori in seconda e/o terza base.

ROE (Reached On Error)
Quando un battitore arriva in base grazie ad un errore difensivo.

SB (Stolen Bases)
Indica il numero di basi rubate dal giocatore.

SB% (Stolen Base Percentage)
Indica la percentuale di successo di un giocatore nel rubare basi.
Si ottiene con la formula SB/(SB+CS).

SF (Sacrifice Fly)
Indica il numero di volate di sacrificio.
Conta solo se il corridore riesce a segnare come conseguenza diretta dell’out prodotto su una flyball.
Non conta per far avanzare i corridori sulle basi o se il corridore prova a segnare senza riuscirci.

SH (Sacrifice Hit)
Indica il numero di bunt di sacrificio effettuati per fare avanzare sulle basi i propri compagni.
Perché venga attribuito un sacrificio, i corridori devono tutti avanzare di almeno una base con successo, mentre il battitore/corridore deve essere eliminato in prima base come conseguenza della smorzata o arrivare in base per scelta della difesa o per errore difensivo.

SHO (Shutouts)
Il numero di CG di un lanciatore senza che abbia concesso un singolo punto alla squadra avversaria.

SIERA (Skill-Interactive Earned Run Average)
Statistica che stima il talento di un pitcher, sulla stessa scala dell’ERA (esattamente come FIP e xFIP), analizzando la correlazione fra le statistiche base di K, BB, GB e FB.
La formula è: 5.534 - 15.518*(SO/PA) + 8.648*(BB/PA) + 27.252*((BB/PA)^2) – 4.036*((SO/PA)*(BB/PA)) – 2.298((GB-FB)/PA) + 9.146*((SO/PA)^2) +/- 4.920*(((GB-FB)/PA)^2) + 5.155*(SO/PA)*((GB-FB)/PA) + 4.546*(BB/PA)*((GB-FB)/PA) + 0.367*(IP da partente/IP totali).
La parte con “+/-” si intende essere un + quando GB>FB ed un – quando GB<FB.
La costante iniziale di 5.534 è valida per un dato anno ma varia di anno in anno per mettere la SIERA in scala con l’ERA.

SLG (Slugging Average)
Si ottiene dividendo il numero di basi totali conquistate per i turni di battuta che ci sono voluti per conquistarle.
La formula è TB/AB.
In termini di slugging average è uguale battere 1 triplo e finire out 2 volte, o battere 3 singoli senza andare out.

SO (Strikeouts) o K
Indica le eliminazioni ottenute per mezzo di uno strikeout.

SO% (Strikeout Percentage) o K%
La percentuale di PA che finisce in uno strikeout.
Si calcola con SO/PA.

SO/9 (Strikeouts Per Nine Innings)
La media di strikeouts effettuati da un lanciatore ogni 9 IP, con formula (SO/IP)*9.

SO/BB (Strikeout To Walk Ratio)
La proporzione di strikeouts e basi su ball concesse da un lanciatore.
Si ottiene dividendo i primi per i secondi, con formula SO/BB.

SV (Saves=Salvezze).
Le volte in cui un rilievo chiude vittoriosamente la partita per la propria squadra senza essere eleggibile per la W e purché ci sia anche almeno una delle seguenti condizioni:
1) Lancia almeno un inning intero, subentrando con la propria squadra in vantaggio di 3 punti o meno.
2) Subentra col potenziale punto del pareggio già in base, al piatto o rappresentato dal battitore on deck, ovvero dal battitore successivo a quello correntemente al piatto.

SV%
E’ la percentuale delle SV ottenute e si calcola con SV/SVO.

SVO (Save Opportunities)
E’ la somma delle salvezze mancate e delle salvezze ottenute: SV+BS.

TB (Total Bases)
Indica il numero di basi totali conquistate dal giocatore nel corso dei suoi turni di battuta.
Si ottiene con la formula: 1B+2*2B+3*3B+4*HR.

tERA (True Earned Run Average)
E’ la tRA convertita sulla scala dell’ERA anziché della RA.
Calcolata con tRA*0.92.

tRA (True Run Average)
Statistica che stima la qualità di un lanciatore sulla stessa scala della RA attraverso l’analisi dei linear weights medi degli eventi da lui prodotti, inclusi i diversi tipi di palla battuta.
Si calcola con Expected Runs / Expected Outs * 27.

tRA* (Regressed True Run Average)
E’ calcolata come la tRA, ma normalizza le statistiche della stagione in corso con le sue statistiche in carriera in maniera da ampliare il campione statistico per rappresentare meglio il suo talento.

TZ (TotalZone)
Metrica difensiva sviluppata da Sean Smith e pubblicata sotto le intestazioni difensive su Baseball Reference.
Esprime in Runs il valore difensivo di ogni giocatore ed è la migliore metrica per valutare i giocatori di epoche antiche, quando non erano a disposizione dati granulari da analizzare, come il tipo di palla battuta (linea, flyball o groundball) ed in certi casi neanche la direzione.

TZL (TotalZone With Location)
E’ il TZ, ma usa anche la location delle palle battute, estraendola dal Gameday.

UIBB (Unintentional Bases On Balls)
Sono le basi su ball non intenzionali.
Si calcola con BB-IBB.

UR (Unearned Runs)
Il numero di punti segnati contro un lanciatore a causa degli errori dei suoi difensori, e non guadagnati sul pitcher stesso.
Si calcola con R-ER.

UZR (Ultimate Zone Rating)
Metrica che esprime in Runs il valore difensivo di un giocatore per valutare quanti punti risparmi alla propria squadra col suo guanto.

VORP (Value Over Replacement Player)
Metrica di Baseball Prospectus che esprime il valore offensivo di un giocatore in Runs.

W (Wins)
Ad un lanciatore viene accreditata una vittoria quando la sua squadra va in vantaggio in maniera definitiva mentre lui è in partita, o nell’inning offensivo in cui viene sostituito.
Se è un partente deve lanciare almeno 5 IP o sarà il classificatore ufficiale a decretare il rilievo più efficace della partita, che sarà il giocatore che riceverà la W.

WAR (Wins Above Replacement)
Infrastruttura statistica, con diverse possibili implementazioni, che somma tutti i contributi (offensivi, difensivi, ruolo e partite giocate) di un giocatore esprimendoli in Runs e convertendoli in Wins.
Il risultato indica le vittorie in più o in meno che il giocatore in questione apporta alla propria squadra rispetto ad un Replacement Player e fornisce dunque una valutazione omnicomprensiva del suo valore.

WARP (Wins Above Replacement Player)
E’ la versione del sistema WAR implementata da Baseball Prospectus.

WE (Win Expectancy)
Le aspettative di vittoria di una squadra in un determinato momento della partita.

WHIP (Walks Plus Hits per Inning Pitched)
Il numero medio di corridori che un lanciatore mette in base per inning.
Viene calcolato sommando le battute valide e le basi su ball concesse, dividendole per il numero degli innings lanciati, con formula (BB+H)/IP.
Colpire un battitote non aumenta la media.

wOBA (weighted On-Base Average)
Una metrica basata sui Linear Weights tarata sull’OBP media stagionale, ma che include tutti i contributi offensivi di un giocatore.

WP (Wild Pitches=Lanci Pazzi)
Qui viene indicato se un lanciatore abbia lanciato una palla incontrollabile per un catcher, permettendo ad un corridore presente sulle basi di avanzare, o al battitore al piatto di arrivare salvo in prima grazie ad un terzo strike non controllato dal ricevitore.
Qualora non ci sia un vantaggio per la squadra in attacco, non può essere addebitato un WP (quindi non può esserci WP senza uomini sulle basi e con meno di due strike per definizione).

WPA (Win Probability Added)
Le probabilità aggiunge o rimosse alla Win Expectancy da ogni singola giocata. Ogni giocata viene attribuita a lanciatori e battitori esclusivamente.
Niente ai difensori.

wRAA (Weighted Runs Above Average)
Metrica basata sui Linear Weights che include pesi per ogni evento basato su come aumentino la Run Expectancy dell’inning rispetto alla media MLB.

wRC (Weighted Runs Created)
Calcolata come la wRAA, ma invece di essere rispetto alla media MLB, rispetto al Replacement Level.

wRC+ (Adjusted Weighted Runs Created)
E’ la wOBA, ma normalizzata attorno ad una media di 100, come l’OPS+. Una wRC+ di 110 è del 10% migliore della media della lega.

WXRL (Expected Wins Over Replacement Level)
Statistica di Baseball Prospectus che valuta il numero di vittorie a cui contribuisce un rilievo rispetto ad un rilievo di replacement level soppesando la delicatezza della situazione ed il valore degli avversari.

XBH (Extra-Base Hits)
Indica il numero di valide da extra-base battute o concesse.
Questo numero è dato da 2B+3B+HR.

xFIP (Expected FIP)
E’ la FIP, ma usando il valore medio di HR/FB (attorno al 10% a seconda dell’annata) al posto dei fuoricampo, normalizzando dunque la cifra in base alle flyball concesse da un lanciatore.

ZR (Zone Rating)
Metrica difensiva obsoleta che valuta l’abilità difensiva di un giocatore in termini di una percentuale o frazione. Il campo è diviso in determinate zone, attribuendo la copertura di un determinato territorio ad ogni giocatore.
Non tutto il campo viene coperto, dato che esiste la classica “terra di nessuno”. Vengono poi contate le palle prese da ogni difensore nella sua zona di competenza (BIZ, Balls In the Zone) e le palle prese fuori dalla sua zona (BOZ, Balls Out of the Zone).
Lo ZR è il risultato dell’equazione PO/(BIZ+BOZ).




PITCHERS:

BACnt
Equivalente alla BABIP, ma re-includendo gli HR nell’equazione.
E’ la media battuta calcolata su ogni palla battuta che produce un esito definitivo (out o valida, di qualsiasi tipo).

Ball%
La percentuale di lanci effettuati risultanti in ball chiamati.

BASWG (Batting Average Per Swing Taken)
Media battuta calcolata in base agli swings fatti sul determinato lancio.
Calcola l’efficienza, in termini di media battuta, per ogni giro di mazza fatto dal battitore.

BIP%
La percentuale di swings che portano ad una palla in gioco (valida di qualsiasi tipo o out).

Called%
Prendendo in considerazione solo i lanci “chiamati” (ossia quelli non girati), qui viene indicata la percentuale di strike.

CalStr%
Considerando i soli strikes ottenuti, la percentuale di questi ultimi ottenuta tramite strike chiamato.

Foul%
La percentuale di swings che risultano in foul.

ISOBIP
E’ la misura della potenza isolata sulle sole palle messe in gioco.
Si calcola con SLGBIP-BABIP.

ISOCnt
E’ equivalente all’ISOBIP, ma re-include i fuoricampo.
Si calcola con SLGCnt-BACnt.

ISOSWG
E’ la misura della potenza isolata sui giri di mazza effettuati. Si calcola con SLGSWG-BASWG.

Miss%
La percentuale di swings effettuati a vuoto.

PFX_X
Misura la distanza orizzontale del punto di arrivo di un lancio rispetto all’ipotetico lancio senza spin (la distanza è creata dallo spin del lancio secondo l’effetto Magnus). Il PFX_X è misurato in pollici. Un valore negativo indica un movimento della palla verso il battitore destro, mentre un valore positivo indica un movimento verso il battitore mancino.
Per esempio, -6.38 vorrebbe indicare uno spostamento di 6.38 pollici verso il battitore destro rispetto al lancio senza spin.

PFX_Z
Funziona in maniera analoga al PFX_X, ma misura il movimento verticale del lancio. Un valore negativo indica un arrivo più in basso rispetto al lancio senza spin ed un valore positivo indica un arrivo più in alto.

SLGBIP
E’ la slugging average misurata sulle palle battute in gioco, dunque considerando tutte le palle con cui viene fatto contatto, ed escludendo foul e fuoricampo.
In pratica è la slugging average associata alla BABIP. Si calcola con TB/(1B+2B+3B+Out).

SLGCnt
E’ esattamente equivalente alla SLGBIP, ma include anche i fuoricampo. Si calcola con TB/(1B+2B+3B+HR+Out).

SLGPCH
Equivale alla slugging average generata per ogni lancio effettuato e pertanto si calcola con TB/Lanci effettuati.

SLGSWG
E’ la misura della potenza espressa per swing effettuato. In pratica misura l’efficienza di un lancio nel contenere i danni in termini di potenza una volta che un hitter decide di girarlo. I lanci più efficienti e che esprimono maggior successo, concederanno meno basi quando si deciderà di girarli e pertanto una SLGSWG inferiore.
Si calcola con TB/SWG.

SLGSWG+
Funziona esattamente come ERA+ ed OPS+. A seconda del parametro medio che viene usato (SLGSWG media del lancio, oppure della lega di appartenenza) e che viene sempre esplicitato, 100 è sistemato sulla media, ed ipoteticamente 120 equivale ad una SLGSWG del 20% migliore della media, mentre 95 equivale a 5% peggiore della media.

Speed o Vel
La velocità , misurata in miglia.

Strike%
La percentuale di strikes ottenuti.

SWG (Swings)
Il numero di giri di mazza effettuati.

SWG%
La percentuale di lanci girati.

SWNSTR%
Considerando i soli strikes, la percentuale di questi ultimi ottenuti con uno swing a vuoto dell’hitter.

Touchability%
La percentuale di lanci girati con una qualche forma di contatto (i.e.: non a vuoto). E’ equivalente ad 1-Miss%.

Unhittability%
La percentuale di lanci girati che non risultano in una palla in gioco (ma solo in foul o swinging strike).


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

lunedì 24 marzo 2014

Spiegazione Della Regola Del Balk (MLB)

Il Balk, nel gioco del Baseball, è un'azione illegale del lanciatore che viene sanzionata con l'avanzamento di una base di tutti i corridori avversari.
Esso può essere chiamato dall'arbitro anche per errori del lanciatore stesso.
Nelle statistiche viene abbreviato in BK.
La regola del Balk venne introdotta per punire il comportamento scorretto del lanciatore che cerca di ingannare intenzionalmente i corridori in base.
Quindi è una penalità che viene attribuita al solo lanciatore (e non ad altri difensori eventualmente coinvolti nell'azione illegale) e solo quando ci sono corridori in base.
Le stesse azioni, se compiute a basi vuote, non comportano il Balk.
L'avanzamento di una base è concesso agli avversari già in base (i corridori, appunto), ma non al battitore.


BALK PER COMPORTAMENTO ANTISPORTIVO
Tra le azioni illegali sanzionate con il Balk ci sono le finte di tiro o di lancio, l'interruzione o l'esecuzione irregolare del lancio e il ritardo volontario della partita.
Un'altra situazione in cui viene attribuito il Balk al lanciatore si realizza quando il corridore in terza base tenta di arrivare a casa con una rubata e uno dei difensori, senza avere la palla in mano, compie un'ostruzione piazzandosi sopra o davanti al piatto di casa base o un'interferenza toccando il battitore o la sua mazza.


BALK PER ERRORI
Come ho scritto, esso può essere causato anche da un movimento errato del lanciatore o del posizionamento dei suoi piedi.
Il più curioso è quello chiamato quando un pitcher, mentre si prepara al lancio, involontariamente fa cadere la pallina a terra.


Altri Articoli:
Come Capire Il Baseball(Regole)
Infield Fly(Spiegazione Della Regola)


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

La Regola Dell'Infield Fly (MLB)

Della spiegazione del gioco del Baseball ho già detto Come Capire Il Baseball(Regole), oggi invece vorrei concentrarmi su una regola particolare: l'Infield Fly.
Essa è utilizzata quando, in una situazione di basi piene o con prima e seconda base occupate(e con meno di due out), il battitore batte una palla spiovente all'interno del diamante di campo interno.
La regola venne introdotta nel 1895, per evitare condotte antisportive, in particolare la pratica che era in uso da parte degli interni di far cadere le palle spioventi battute in campo interno, in modo che i corridori in base fossero costretti a spostarsi su quella che era diventata una battuta in campo valido(cioè corsa forzata), finendo spesso eliminati in un doppio o triplo gioco difensivo, in quanto si trovavano a portata del tag dei difensori sulle basi vicine.
In poche parole il battitore colpiva la palla che però volava poco fuori il diamante, gli interni pur potendola prendere al volo(ed eliminare il battitore) la facevano battere a terra e poi la raccoglievano facendo fuori 2 o 3 giocatori(battitore compreso, a volte).
Pertanto, su palle battute in campo valido che possono essere raccolte al volo da un interno con sforzo normale, si applica la regola dell'Infield fly, indipendentemente dal giocatore o dal luogo in cui termina la palla.
Quindi la regola si applica anche quando la palla, sia che finisca in campo interno che esterno, viene raccolta da un esterno(se la stessa poteva comunque essere presa da un interno con sforzo normale).
In tali situazioni, l'arbitro di casa base grida: "Infield fly, if fair" (Volata interna, se valida), o se è chiaro che la palla verrà raccolta al volo, direttamente: "Infield fly, batter's out!" (Volata interna, battitore fuori!), chiarendo a tutti in campo la situazione di gioco e in particolare ai corridori sulle basi, che se vogliono avanzare dovranno partire dal cuscino dove si trovano dopo che la palla è terminata nel guantone del difensore.
La regola non si applica quando c'è un solo corridore in prima base e quando lo sforzo richiesto al difensore per raccogliere la palla al volo non è normale: ad esempio, se richiede un tuffo o una corsa veloce verso la palla.


PERCHE' VENNE INTRODOTTA?
In poche parole questa regola venne introdotta per salvaguardare la squadra in attacco che si vede eliminare SOLO il battitore e non 2 o addirittura 3 giocatori(costretti, come detto, a correre forzatamente se l'interno avversario fa battere la palla a terra).
Un caso controverso di Infield Fly si è verificato nella gara di Wild Card 2012 della National League giocata ad Atlanta, fra i Braves e i St.Louis Cardinals.
In tal caso era evidente come, seppur applicabile la regola, l'esterno dei Cardinals avesse commesso un errore e la palla battuta a terra aveva avvantaggiato appunto i Braves che avevano riempito le basi.
Il risultato di ciò fu che appunto il battitore venne eliminato, pur avendo raggiunto la prima base salvo.


Altro Articolo:
Balk(Spiegazione Della Regola)


T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)

Barcellona FC e Il Doping

Negli ultimi anni ho sempre avuto il sospetto che il Barcellona FC erano troppo bello per essere vero.
Non è un problema di vittorie perchè ci sono state, nel corso della storia del calcio, squadre ugualmente vincenti(senza andare troppo indietro nel tempo, anche lo stesso Manchester Utd che vinse la Champions League nel 2008 e poi nel giro di 3 anni ritornò altre due volte in finale perdendo appunto contro il Barcellona).
La cosa più impressionante dei catalani è (o meglio era) appunto la capacità di giocare quasi sempre con lo stessa 11, per 90 minuti e per due volte alla settimana, apparentemente senza mai stancarsi(malgrado il pressing asfissiante che applicavano una volta perso il pallone).


QUESTIONI STRANE
1) Il primo motivo per cui sono sempre stato scettico sono appunto i trattamenti a cui Lionel Messi si è sottoposto iniettato appunto di HGH(ormone umano della crescita ), quando era un giovane adolescente per aiutarlo a crescere.
2) Pep Guardiola l'ex manager del Barcellona è stato fermato per doping quando giocava per il Brescia nel 2001 perchè risultato positivo per nandrolone e steroidi anabolizzanti.
D'accordo che nel campionato italiano dell'epoca certe pratiche non erano proprio cose anomale ma la cosa più interessante è che ci fu appunto una disputa legale in cui Guardiola venne assolto delle accuse. Ci fu ovviamente una polemica sul modo in cui è stato assolto con alcuni funzionari italiani che sostennero che l'inchiesta avrebbe dovuto continuare.
3) Il medico curante di Guardiola era Ramon Segura e questo era lo stesso medico che aveva in cura Frank DeBoer quando è risultato positivo per nandrolone.
Lo stesso Ramon Segura è ora uno dei medici principali del Barcellona.
4) Perché Guardiola ha lasciato il Barcellona così presto? Lo scorso anno la sua squadra venne praticamente annientata dal Bayern, guardacaso si era inpiena bufera Operacion Puerto con Fuentes che finiva dietro lo sbarre.
5) I medici del Barcellona sono tristemente famosi per esteso l'utilizzo di "vitamine Shakes" verso i propri giocatori.
Esse sono state parte della cultura di Barcellona per un bel po' di tempo e ci sono voci che tali vitamine contengono sostanze dopanti difficili da individuare.
6) Giocatori "indistruttibili" come Xavi, Messi ed Iniesta raramente infortunatosi nonostante giocassero ogni partita 90 minuti di ogni singola partita del Barcellona sotto Guardiola.
Infatti Guardiola era noto per non ruotare quasi mai la sua squadra e la quantità di infortuni era notoriamente piccola considerando quanto giocano.
Partito Guardiola, guardacaso, Lionel Messi sembra riscoprire la sua propensione all'infortunio che era evidente prima che Guardiola fosse assunto dal Barcellona .
7) Barcellona viaggia sempre lo stesso giorno di ogni trasferta per ridurre le possibilità che ci sia un test antidoping a sorpresa da parte dei funzionari UEFA.
8) In Spagna, i test antidoping sono fatti molto meno frequentemente che in altri campionati europei . Alle squadre viene sempre comunicato in anticipo quando essi saranno testati e gli esami del sangue sono raramente eseguiti.
Il numero di giocatori testati ogni stagione è anche significativamente più basso rispetto agli altri campionati.
9) Il famigerato dottor Fuentes è stato fortemente collegato con l'essere coinvolto con il Barcellona in passato.
Un anno fa ci fu anche una denuncia da parte di un compagno di prigionia (Fuentes era in carcere al momento, ovviamente ) che Fuentes aveva confidato in lui : "Se la gente conoscesse la verità, la Spagna avrebbe perso la Coppa Del Mondo".
10) Il giornalista francese Stephane Mandard ha sostenuto che il dottor Feuntus gli mostrò i documenti dei giocatori trattati da lui, comprese le strategie doping per l'intera stagione.
11) A seguito di un'intervista alla televisione tedesca dell'UCI, Pat McQuaid ha dichiarato che gli era stato detto dal Ministro dello Sport spagnolo che il dottor Feuntus aveva a che fare con altri sport come il calcio, atletica, nuoto e tennis.
12) Negli ultimi 3 anni, il Barcellona ha saltato due test Antidoping dell' UEFA, che hanno portato ad una multa al club da parte dei funzionari UEFA.
13) Luis Garcia del Moral, che ha ricevuto una squalifica a vita dallo sport per aver trattato gli atleti con EPO, trasfusioni di sangue e agenti mascheranti per i ciclisti è stato accusato di aver lavorato come consulente medico di Barcellona e Valencia .
Il Barcellona ha negato che Del Moral era stato un loro dipendente ufficiale ma non può garantire che non ha fatto qualche lavoro per il loro reparto medico o trattare i singoli giocatori.
14) Sempre in riferimento all'Operacion Puerto, Jesus Manzano(pentito ed ex ciclista spagnolo e il primo a confessare l'esistenza di questo giro losco) disse di aver visto entrare ed uscire dalla clinica del dotto Fuentes anche giocatori spagnoli di primissimo piano.
Per intenderci Manzano fu colui che disse di aver visto anche Pantani tra i clienti di Fuentes(effettivamente, dopo qualche anno, vennero rivenute anche le tabelle di Pantani ed identificato il suo pseudonimo: PTNI).
Tutte coincidenze?

T'interessano altri articoli su storie sportive(doping, scandali, suicidi, partite vendute, etc) e scommesse?
Qui trovi l'indice completo ed aggiornato del blog:  Indice Storie Sportive(Doping, Suicidi, Partite Vendute, Stake, etc)